Camicie white label napoli

Indossare la camicia: i colori e le fantasie più trendy

La camicia è uno dei capi più eleganti che un uomo possa indossare; su questo ci sono pochi dubbi, se non per il fatto che prima l’universo della camicia era abbastanza limitato, ma oggi è possibile trovare capi che incarnano la più sfrenata fantasia dei propri creatori.

Cosa indossare per evitare brutte figure?

La camicia tinta unita è lo stile più semplice e formale, a meno che non si tratti di un colore particolarmente sgargiante. Le camicie in tinta possono essere molto diverse tra di loro anche a parità di colore, e in questo caso diventa importante il motivo che forma il tessuto.

Il bianco è indubbiamente il colore di camicia più diffuso, e in passato ha dominato la scena rappresentando l’unica possibilità per un gentiluomo. L’assenza di un colletto o di polsini colorati indicava che, chi la indossava, non svolgeva un lavoro per il quale si sarebbe sporcato. La camicia colorata, invece, era vista con molta diffidenza, in quanto si pensava fosse utilizzata per coprire le macchie. Ancora oggi la camicia bianca è considerata la più formale ed è diventata uno dei capi che non manca mai nel guardaroba di un uomo. Con una camicia bianca andrete sul sicuro in ogni occasione.

La scelta della camicia azzurra è dovuta al fatto che riesce, a seconda della sua intensità, a stare bene con qualsiasi tipo di colorito nella maggior parte degli uomini. Ha un posto di rilievo tra le camicie in quanto è una valida alternativa al bianco, ma spesso è l’unica camicia colorata all’interno del proprio guardaroba. Gli altri colori rappresentano il modo che un uomo può scegliere per avere uno stile differente e del tutto personale. I colori, anche se inseriti solo nei motivi della camicia, possono essere di grande aiuto per valorizzare il colorito di un volto. Gli uomini che sanno indossare con disinvoltura queste camicie facilmente riescono a distinguersi per il proprio stile.

La camicia a righe può valorizzare alcuni uomini sfruttando a proprio vantaggio i colori naturali. Questo tipo di camicia sta particolarmente bene con un abito scuro in tinta unita. Le righe sono state la prima fantasia introdotta nelle camicie e vengono considerate più formali di quelle con i quadretti. Già presenti nell’abbigliamento maschile dall’Ottocento, erano destinate ad essere indossate da uomini d’affari, soprattutto nell’ambito della finanza. Per determinare il grado di formalità di una camicia a righe bisogna prendere in considerazione il tipo di fantasia, ma anche la grandezza della stessa e lo spazio che intercorre tra un motivo e l’altro. Le righe, una vicino all’altra di uno stesso colore, dallo scuro al medio, su sfondo bianco, sono quelle più formali, le righe di colore più intenso, invece, hanno un impatto visivo diverso e vengono recepite come casual. Più la riga è sottile più è informale l’immagine della camicia, mentre più le righe sono ravvicinate, maggiore è il grado di formalità.

La camicia a quadretti, in passato, indicava la provenienza rurale della persona che la indossava. Oggi, anche se ovviamente non è più così, alcuni uomini rinunciano ad indossare una camicia a quadri con abiti eleganti per paura di non riuscire a fare gli abbinamenti giusti e creare un miscuglio di fantasie. Ma non è sempre così, infatti una camicia a quadretti con un abito a tinta unita e una cravatta a righe possono risultare un abbinamento molto riuscito. L’unica cosa da considerare è che la camicia a quadretti è quella meno formale di tutte, per cui è meglio individuare con precisione l’occasione nella quale la si vuole indossare.